Lo Studio

Lo Studio Sais & Comoglio, attraverso la stretta collaborazione dei suoi Professionisti, ha sviluppato una capillare assistenza del proprio Cliente a 360 gradi sui campi della consulenza contabile, fiscale, tributaria, legale e del lavoro.

Nasce dall'esperienza ultra decennale della Rag. Sais nel campo fiscale, dell'Avvocato Amodeo nel campo legale/civile e del Dottor Baragioli nel campo del lavoro che, per incontrare le nuove necessità della clientela, hanno unificato le competenze riunendole in un'unica struttura.

Ha bisogno di scriverci?

Utilizzi il form che trova qui
Invii un fax al numero 0321 621503

Ha bisogno di telefonarci?

Chiami il numero 0321 621503

Le Nostre Circolari

Cigo per eventi oggettivamente non evitabili: ulteriori precisazioni Inps

L’Inps, con messaggio n. 4824 del 29 novembre 2016, ha fornito ulteriori precisazioni in merito alla nuova disciplina relativa ai termini di presentazione delle domande di Cigo per eventi oggettivamente non evitabili, chiarendo che la nuova disciplina consente alle aziende di presentare un’unica domanda per tutti gli eventi meteo che si verificano nel corso del mese


Continua a Leggere

Cruscotto infortuni: i datori devono informare gli Rls

L’Inps, con messaggio n. 4824 del 29 novembre 2016, ha fornito ulteriori precisazioni in merito alla nuova disciplina relativa ai termini di presentazione delle domande di Cigo per eventi oggettivamente non evitabili, chiarendo che la nuova disciplina consente alle aziende di presentare un’unica domanda per tutti gli eventi meteo


Continua a Leggere

Cigo per eventi non evitabili: primi chiarimenti Inps

L’Inps, con messaggio n. 4752 del 23 novembre 2016, in attesa dell’adozione della circolare attuativa, offre le prime indicazioni relativamente al termine di presentazione per le domande di Cigo concernenti gli eventi oggettivamente non evitabili, come modificato dal D.Lgs. 185/2016 (c.d. correttivo al Jobs Act).


Continua a Leggere

Fiscal Focus - News 24

È previsto martedì 25 giugno, alle ore 10.00, il webinar per presentare il Fondo Nazionale per lEfficienza Energetica FNEE, lincentivo che sostiene la realizzazione di interventi finalizzati a garantire il raggiungimento degli obiettivi nazionali di efficienza energetica, in linea con quanto (segue)

Ad aprile 2019 si stima una crescita congiunturale per entrambi i flussi commerciali con lestero, più intensa per le importazioni (+0,9%) che per le esportazioni (+0,3%). Laumento congiunturale dellexport è da ascrivere allincremento delle vendite sia verso i mercati extra Ue (+0,4%) sia verso (segue)

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, l'ISTAT, l'INPS , l'INAIL e l'ANPAL pubblicano - sui rispettivi siti web - la "Nota trimestrale sulle tendenze dell'occupazione", relativa al primo trimestre 2019. Nel periodo in esame, si osserva un contenuto aumento dell'occupazione sia rispetto (segue)

Si rende noto che dal 15 luglio 2019 saranno disponibili le nuove versioni dei moduli di controllo per la trasmissione dei dati della dichiarazione IMU/TASI, che faranno riferimento alla versione 5 delle specifiche tecniche per le Dichiarazioni IMU/TASI EC/PF e alla versione 1/2019 delle specifiche (segue)

Con il Principio di Diritto n. 16, L'Agenzia delle entrate afferma che il regime del margine di cui al D.L. n. 41 del 1995, in quanto regime IVA speciale e derogatorio, postula, in ogni caso, la dimostrazione, ricavabile dal riscontro di precisi requisiti soggettivi e oggettivi, della circostanza (segue)

Fiscal Focus - Primo Piano

con gli Esperti di Fiscal Focus

Relatore: - Rel. Antonio Gigliotti Dal 1° luglio, scatta lobbligo di memorizzazione e trasmissione telematica di corrispettivi e ricevute fiscali per i soggetti aventi volume daffari, nel 2018, superiore a 400mila euro. È peraltro previsto un esonero, ma solo fino al 1° gennaio 2020, per i (segue)

Nelloccasione del conferimento di un incarico allo studio professionale, uno dei temi più delicati è rappresentato dallidentificazione del titolare effettivo negli enti privati, adempimento che il professionista obbligato deve necessariamente porre in essere, e idoneamente documentare, ai fini (segue)

Fiscal Approfondimento n. 33 - 2019

Secondo quanto previsto dal D.Lgs n. 23172007, nonché dalla Regola tecnica n. 2 approvata dal CNDCEC il 16/01/2019 ed esplicitato nelle relative Linee guida pubblicate in data 22/05/2019, la scelta circa la modalità con cui procedere concretamente alladeguata verifica da parte del professionista (segue)

La legge di Bilancio 2019 ha notevolmente ampliato la platea dei soggetti che potranno beneficiare del nuovo regime forfettario grazie allinnalzamento della soglia dei ricavi, leliminazione dei vincoli legati allimporto dei beni strumentali o alla presenza di lavoratori dipendenti. Infatti, a (segue)

Mi manda Rai Tre - Interviene il dott. Antonio Gigliotti

(segue)

Fiscal Focus - Editoriali

Dopo la sentenza della Corte costituzionale del 17 marzo 2015, che ha dichiarato decaduti circa 800 dirigenti incaricati, gli uffici dellagenzia delle Entrate sono in grande difficoltà

Da qualche anno, la macchina fiscale è praticamente ferma. È quasi scomparso il controllo del territorio, che significa tentare di scovare i veri evasori. Per lo più, i controlli che si fanno sono quelli affidati alle banche dati a disposizione del Fisco. Il blocco della macchina fiscale è anche (segue)

La legge di Bilancio 2019 ha notevolmente ampliato la platea dei soggetti che potranno beneficiare del nuovo regime forfettario grazie allinnalzamento della soglia dei ricavi, leliminazione dei vincoli legati allimporto dei beni strumentali o alla presenza di lavoratori dipendenti. Infatti, a (segue)

Allindomani dellapprovazione della Legge di Bilancio 2019 e dopo la pace fiscale torna a parlarsi di semplificazioni, ma se la cancellazione di alcuni adempimenti non sarà effettiva, entro breve tempo potrebbe riaprirsi una nuova stagione delle sanatorie. In base allattuale sistema (segue)

Si riapre la partita delle semplificazioni fiscali e riprende il cammino verso la Camera il disegno di legge n. 1074, presentato durante lo scorso mese di agosto. Uno degli adempimenti che dovrebbe essere abrogato sulla base dellarticolo 1 della proposta di legge originaria riguarda le (segue)

In alcuni casi il limite si applica anche a seguito dellavvenuta interruzione del rapporto da più di due anni

In alcuni casi i contribuenti che effettuano prestazioni nei confronti dellex datore di lavoro potrebbero rimanere fuori dal regime forfetario anche se sono decorsi più di due anni dallinterruzione del rapporto con lex datore di lavoro. Tale situazione è conseguente alla circostanza che la (segue)

Studio Sais & Comoglio Corte dei calderai, 1 28100 Novara Tel e Fax: 0321 621503